Urban Innovative Actions: anticipazioni sulla seconda call

logo urban innovative actions

Lancio prossima call

A novembre verrà lanciato il secondo bando per “Urban Innovative Actions”.

I temi su cui dovranno focalizzarsi i progetti:
- mobilità urbana sostenibile
,
- economia circolare,
- integrazione dei migranti e dei rifugiati.

Chi può essere finanziato?

I beneficiari sono le città con più di 50 000 abitanti, o gruppi di città con un totale di almeno 50 000 abitanti, situate in uno dei 28 stati membri.

Le città comunque, vista la complessità delle sfide che le nostra società deve affrontare, non possono agire da sole. Per immaginare ed implementare soluzioni effettivamente innovative devono necessariamente coinvolgere nel processo tutti gli stakeholders (organizzazioni, attori del settore privato, centri di ricerca, ONG) che possano apportare la propria conoscenza in merito alla sfida specifica da affrontare.

Cosa sono le Urban Innovative Actions

 Le “Urban Innovative Actions - UIA” nascono, su iniziativa della Commissione europea, con l’obiettivo di aiutare le città a identificare e testare soluzioni innovative per rispondere alle crescenti sfide che interesseranno le aree urbane nei prossimi anni e, allo scopo, finanziano progetti pilota diretti a trovare o sperimentare risposte efficaci a tali sfide.

Risorse disponibili

Le risorse stanziate per queste azioni per il periodo 2015-2020 ammontano a 371 milioni di euro, ripartite in call for proposal, pubblicate annualmente.

Nei prossimi mesi saranno pubblicate sul sito Urban Innovative Actions tutte le informazioni riguardanti la seconda call (scadenze, seminari, Guide aggiornate e FAQ) compresa la completa descrizione delle priorità (e relative sotto articolazioni).

Indicazioni dalla prima call

Vengono a dimostrazione del grande interesse suscitato dalle Urban Innovative Actions i dati relativi alla partecipazione alla prima call: alla scadenza del 31 Marzo sono state presentate 378 proposte, provenienti da 24 dei 28 Stati membri dell’Unione Europea (l’Italia ha presentato 104 progetti).

In allegato il pdf con tutti i dati statistici della prima call.

Chiara Canzi

link al sito

 www.uia-initiative.eu/en