Diritti, uguaglianza e cittadinanza: sintesi del programma

logo programma justice

Il programma intende contribuire alla diffusione del principio di uguaglianza e dei diritti delle persone.

I suoi obiettivi specifici sono:

  • combattere qualsiasi forma di discriminazione;
  • prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza;
  • promuovere e proteggere i diritti delle persone disabili;
  • promuovere la parità tra donne e uomini e l’integrazione di genere;
  • prevenire e combattere tutte le forme di violenza nei confronti di bambini, giovani e donne, nonché verso altri gruppi a rischio, e proteggere le vittime;
  • promuovere e tutelare i diritti del minore;
  • contribuire a garantire un livello elevato di protezione dei dati personali;
  • promuovere e rafforzare l’esercizio dei diritti derivanti dalla cittadinanza dell’Unione;
  • promuovere, nel mercato interno, l’esercizio dei diritti a tutela dei consumatori e di quelli derivanti dalla libertà di impresa. 

I settori di intervento sono:

  • sensibilizzazione e miglioramento della conoscenza del diritto e delle politiche dell’Unione, nonché dei principi e valori su cui l’Unione è fondata;
  • sostegno all’attuazione e all’applicazione efficace e coerente delle politiche e del diritto dell’UE negli Stati membri, nonché al loro monitoraggio e valutazione;
  • promozione della cooperazione transnazionale e miglioramento della conoscenza e della fiducia reciproche fra tutte le parti interessate;
  • miglioramento della conoscenza e comprensione dei potenziali ostacoli all’esercizio dei diritti e dei principi sanciti dai Trattati UE, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE, dalle Convenzioni internazionali a cui l’UE ha aderito e dalla legislazione derivata dell`Unione.

Azioni finanziabili:

  • attività di analisi: elaborazione di metodologie, di indicatori o criteri di riferimento comuni; studi, ricerche, indagini e valutazioni; elaborazione e pubblicazione di guide, relazioni e materiale didattico; monitoraggio e valutazione del recepimento e dell’applicazione del diritto dell’UE e dell’attuazione delle sue politiche; conferenze, seminari, riunioni di esperti;
  • attività di formazione quali scambi di personale, convegni, seminari, eventi di formazione per formatori e sviluppo di moduli di formazione online o di altro tipo;
  • attività di apprendimento reciproco, cooperazione, sensibilizzazione e divulgazione quali individuazione e scambio di buone prassi, di approcci ed esperienze innovativi; organizzazione di valutazioni peer review; conferenze, seminari, campagne mediatiche; campagne d’informazione, inclusa la comunicazione istituzionale delle priorità politiche dell’UE correlate agli obiettivi del programma; raccolta e pubblicazione di materiali informativi sul programma e i suoi risultati; sviluppo, gestione e aggiornamento di sistemi e strumenti che utilizzano le TIC;
  • sostegno ai principali attori le cui attività contribuiscono all’attuazione degli obiettivi del programma, come ONG che attuano azioni a valore aggiunto europeo, reti di livello europeo e servizi armonizzati a valenza sociale;
  • sostegno agli Stati membri nell’attuazione delle norme e delle politiche dell’UE e sostegno ad attività di networking a livello europeo tra enti e organizzazioni specializzati, nonché tra autorità nazionali, regionali e locali e ONG.

Beneficiari

Organizzazioni ed enti pertinenti, pubblici o privati, stabiliti nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi in via di adesione, Paesi candidati all’adesione effettivi e potenziali. 

Organizzazioni/enti stabiliti in altri Paesi terzi, in particolare nei Paesi della politica europea di vicinato, possono partecipare a loro spese alle azioni del programma, qualora ciò sia utile alla realizzazione di tali azioni.
 

Chiara Canzi

Il link al sito del programma: http://ec.europa.eu/justice/grants1/programmes-2014-2020/rec/index_en.htm

Nella prossima news i bandi in uscita